Il nostro lavoro preferito

Al centro della festa ci siete VOI!

La festa per l’equipe di Festidea animazione è il punto di partenza ed il cuore pulsante dell’agenzia. Noi amiamo curare ciascuna evento grande o piccolo che sia in ogni suo singolo particolare, perché  è importante che le attese di ogni piccolo festeggiato non siano mai deluse. 

Ogni animatore, prima di entrare a far parte del nostro staff viene accuratamente preparato attraverso continui stage formativi e affiancamenti sul campo.

Per noi la festa è un susseguirsi di giochi di movimento, di astuzia e di capacità, il tutto contornato sempre da tanta musica adatta alle diverse fasce d’età.

Festidea Animazione organizza feste private in qualsiasi luogo voi desideriate, feste a tema nelle scuole (Natale, Carnevale, festa di Primavera), battesimi, comunioni, Family day o party aziendali, Feste di Piazza con l’ausilio dei Giochi gonfiabili, Intrattenimento ed animazione bimbi durante i Matrimoni e tanto altro ancora con la missione e la competenza giusta per rendere tutti questi Eventi unici ed indimenticabili.

Il nostro staff è pronto ad ascoltarvi e saprà studiare con voi la formula più adatta alle vostre esigenze. Il nostro obiettivo è quello di assicurare divertimento e originalità ma al tempo stesso sicurezza e affidabilità. In questi anni abbiamo visto cambiare i bambini: da entusiasti con poco e appassionati di tutto si sono fatti sempre più indifferenti, meno disposti a farsi sorprendere. Hanno visto troppo. Tra televisione, circhi e luna park, non si stupiscono più, si annoiano. Ecco perché diventa necessaria la presenza di un animatore professionista. Un genitore o un adulto di casa è una figura troppo quotidiana, poco credibile per il gioco e la festa. Un animatore, invece, si distingue come “autorità ludica”, stabilisce dei confini per creare una suggestione e per il tempo e lo spazio della festa guida i bambini nella sorpresa e nella scoperta.

Non siamo né clown, né maghi, ma intrattenitori che promuovono la cultura del gioco e del sorriso. Dove sta la differenza? Nell’approccio. Giocare è un atto libero, una scelta. Non insistiamo mai per trascinare tutti. Cerchiamo un coinvolgimento indiretto: non è tanto un “far giocare” i bambini ma un “giocare con” loro, incoraggiando tutti a partecipare, inventare. I bambini devono percepirsi come persone libere, soggetti, non oggetti, dell’intrattenimento anche perché spesso sono stressati da una vita programmata, tempi stretti, scarsi spazi per iniziativa e fantasia e così i compleanni o le feste in genere diventano l’occasione per sfogarsi. Per molti adulti l’animatore è visto solo come un domatore che deve tenere i bambini calmi e tranquilli, mentre i grandi conversano.

Noi non ci proponiamo come maestri, allenatori o istruttori, altrimenti la festa diventerebbe un altro degli impegni a cui il bambino è abituato a dover sottostare. Anche per questo lavoriamo senza travestimento. Non occorre distinguersi o rivestire un ruolo. Basta proporsi ai bambini come persone, quello che sono anche loro. E se il bambino si sente rispettato nella sua libertà di esprimersi non gli serve altro.